PANDEMIA CORONAVIRUS (casi pratici) SOSPENSIONE DEI TERMINI NEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Dal 16 maggio 2020 tornano a correre i termini nei procedimenti amministrativi.

Dal lato del cittadino, questo riguarda, principalmente:

  • i processi esecutivi;
  • le procedure concorsuali;
  • i termini di notificazione dei processi verbali;
  • i termini di esecuzione del pagamento in misura ridotta;
  • i termini di svolgimento di attività difensiva;
  • i termini per la presentazione di ricorsi giurisdizionali.

Cosa significa ciò? Un esempio.

  • Ho ricevuto la contestazione di una sanzione amministrativa (dalla circolazione stradale …… alla contravvenzione delle misure restrittive anti-COVID-19);
  • tra la data del 23 febbraio 2020 e quella del 15 maggio 2020;
  • posso legittimamente agire (pagando o contestando);
  • entro i termini indicati nell’atto notificato (per esempio: 30 giorni);
  • questi termini decorreranno a partire dal 16 maggio 2020.

Cosa era accaduto?

L’ art. 103 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. Decreto Cura Italia), comma 1 e comma 1 bis (quest’ultimo inserito dalla legge di conversione n. 27 del 24.4.2020), aveva disposto che:

  • il periodo compreso tra la data del 23 febbraio 2020 e quella del 15 aprile 2020
  • non si dovesse considerare
  • per il computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 23.2.2020 o iniziati successivamente.

Per capirci, è come se il calendario passasse direttamente dal giorno 22 febbraio 2020 al giorno 16 aprile 2020, anzi al giorno 16 maggio 2020.

Sì, perchè il termine finale di sospensione, inizialmente fissato al 15.4.2020, è stato poi prorogato al successivo 15.5.2020 dall’art. 37 del D.L. n. 23/2020.

Fatte salve naturalmente eventuali modifiche o integrazioni che potranno intervenire in sede di conversione del D.L. n. 23/2020 o da ulteriori norme, sempre possibili in questa fase di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

La predetta sospensione riguarda anche i termini previsti per la definizione dei procedimenti pendenti presso il Garante per la protezione dei dati personali.

(Avv. Stefano Stefàno)

© Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO dell’AUTORE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...